ODISSEA

i limiti dovuti alla situazione pandemica nel quale ci siamo ritrovati hanno reso difficili (talvolta impossibili) viaggi e spostamenti, ed è proprio per questo che attraverso la fotografia e l’arte dobbiamo continuare a viaggiare: viaggiare come forma di resistenza, come forma di libertà che prescindere dalle nostre condizioni pratiche.

NON FOTOGRAFARE PER VEDERE

Quante fotografie scattiamo ogni giorno? Se le stampassimo sarebbero miliardi. In questo laboratorio interamente online recupereremo immagini già esistenti per creare progetti incredibili.

© 2017 Percorsi Fotosensibili di Silvia Bigi

  • Facebook Clean