La giuria di Anatomie 2018, composta da: 

Andrea Angelini, presidente di Tank - Sviluppo Immagine

Mario Beltrambini, fondatore di Sifest - Savignano Immagini

Giacomo Brini,  presidente di Festival Riaperture 
Giulia Callegarin, fotografa

Gian Marco Magnani e Fabio Monducci, fondatori di Fototeca Manfrediana

Monica Poggi, assistente di Luca Panaro - Chippendale Studio

Ha votato i progetti realizzati per questa edizione

I dieci lavori risultati finalisti (in ordine di gradimento) sono:

1. Richard Betti, Intrahistoria

2. Francesca Artoni, Ponte Alto 6

3. Silvia Beillard, Senza titolo

4. Ida Chessa, Mappature Affettive

5. Stefania De Chirico, Cartoline dall'ordinario

6. Giacomo Stefani, La forma dell'ereditarietà

7. Serena Cutilli, Senza Titolo

8. Francesca Mura, 1949-1999

9. Consuelo Canducci, Senza Titolo

10 Luigi Stranieri, Mio fratello

Il progetto vincitore di questa edizione è: Intrahistoria di Richard Betti

Mentre la Menzione speciale va a: Francesca Artoni per Ponte Alto 6

Richard vince un buono di 100 euro per Percorsi Foto-sensibili da utilizzare entro il 28 luglio 2019,

e 6 stampe fine art del suo progetto. 

Complimenti a tutti i partecipanti!

Alla prossima edizione!

Silvia Bigi