RUGGINE

 

Col passare degli anni, aumentano le cose che non riusciamo più ad aggiustare

H. Murakami

A volte mi chiedo se la mia misura sia quella giusta. Esiste qualcuno più grande di me o sono il gigante di una Lilliput? La sproporzione é ovunque, non solo nella misura del reale. Ci sono grandi sogni per gente troppo piccola, grandi problemi da risolvere e sciocchezze che ci sembrano enormi.


Per raccontare questo sentimento ho pensato in tondo: perché il cerchio é, nella rappresentazione del mondo, omogeneità e assenza di divisione. Magari fosse così anche nella realtà. La perfezione non esiste, la ruggine ha indurito i nostri ingranaggi come una patina che offusca il nostro giudizio. L'odio affiora in superficie. Abbiamo cancellato la nostra storia, la nostra geografia, abbiamo semplicemente dimenticato. Ho paura di dimenticare. 
Sono partita da un vecchio Atlante, segno di qualcosa che era, topografia di ciò che eravamo, e ho osservato i disequilibri tra micro e macro servendomi di utensili di uso comune: una chiave inglese semplicemente troppo piccola per bulloni troppo grandi.