Il sogno è documentato sin dalle origini dei tempi, essendo connaturato all'esistenza umana. La prima testimonianza della presenza del mondo onirico nella specie umana, può essere considerata quella dei disegni presenti nelle grotte di Lascaux, tanto che sono state ribattezzate le grotte dei sogni dimenticati.

Calle non ha una preparazione artistica e solo successivamente decide consciamente di identificarsi come un’artista. Les Dormeurs è la sua prima opera, e presenta tutto il suo lavoro successivo. L’artista decide di invitare quarantacinque persone, tra sconosciuti e amici, a dormire nel proprio letto. Accettano in ventotto.

Dream Mapping (1973) fu un evento artistico provocatoriamente collocato tra esperimento sociale e scientifico e una performance senza spettatori. Sette sognatori dormirono per tre notti in un prato. Il campo diventa un sito per esperienze oniriche che vengono discusse e mappate la mattina seguente. Le mappe dei sogni di ogni partecipante sono state collezionate e copiate su carta trasparente, sovrapposte in modo da creare una mappa composita per ogni notte.

Il lavoro di Michals è influenzato da artisti come William Blake e René Magritte, i temi affrontati derivano da esperienze emotive personali, piccoli drammi umani talvolta surreali, i sogni, la memoria, la condizione dell’essere umano.

Please reload